di Rossella Villani

Da una protesta nasce l’arte del camouflage dell’artista cinese Liu Bolim.

Usando l’arte del camulphage in cui lo scultore dipinge tutto il suo corpo, facendo confluire il paesaggio. Così è diventato noto come “l’uomo invisibile”.

L’artista, oltre ad integrare la sua immagine con l’ambiente, porta le persone a riflettere sui luoghi che sono immersi.

Fonte: Internazionale.it